#PAROLEBUONE

Perché #ParoleBuone?

Occorre un supporto per favorire la ripresa del singolo e di una comunità in una fase di crisi. #ParoleBuone vuole essere un servizio di umanizzazione verbale e non verbale da diffondere nei contesti comunicativi più popolari.

P

Home

Perché #ParoleBuone?

Occorre un supporto per favorire la ripresa del singolo e di una comunità in una fase di crisi. #ParoleBuone vuole essere un servizio di umanizzazione verbale e non verbale da diffondere nei contesti comunicativi più popolari.

Le parole buone

Trasmissione

La cinquantaseiesima parola buona è TRASMISSIONE.
Negli ultimi anni, alle radio tradizionali ricevibili via etere in modulazione di frequenza, si sono affiancate le web radio o radio on-line.

Pace

La cinquantacinquesesima parola buona è PACE.
Quanto abbiamo bisogno di Pace! Di una pace che arrivi luminosa per restituire respiro dopo quasi due anni in cui si parla quasi solo di morte. 

Libertà

La cinquantaquattresima parola buona è LIBERTÀ.
Con il 2022 sembrava agli sgoccioli la più grande crisi sanitaria dalla Seconda guerra mondiale e alla fine del mese di febbraio l’Europa si é tinta improvvisamente di un rosso sangue.

Apertura

La cinquantatreesima parola buona è APERTURA.
Uno spirito creativo e costruttivo ha sempre caratterizzato gli Italiani, soprattutto quando era necessario venir fuori dalle fasi più complesse e tumultuose.

Domani

La cinquantaduesima parola buona é DOMANI.
Inserita in certe frasi la parola “domani” porta a subito immaginare qualcosa che, inevitabilmente, il giorno sarà ancora esattamente come il giorno prima.

#PAROLEBUONE

Sergio Astori

Chi sono

Sono papà di Giulia e Silvia e marito di Monica, immunologa clinica.
Mi appassiona conoscere ciò che ci anima come donne e uomini, e studio le situazioni di limite che possono offuscare la bellezza delle persone.
Sono cresciuto a Bergamo, poi sono diventato medico a Milano, poi mi sono specializzato a Pavia in psichiatria e psicoterapia, infine ho completato gli studi con un dottorato in Salute pubblica, scienze sanitarie e formative.
Esercito a Milano dove insegno alla Facoltà di Psicologia dell’Universita Cattolica.
Quello che credo in una frase?
In noi l’intelligenza coniugata con la coscienza è una scintilla di infinito che può fare la differenza.